Assistenza domestica anziani: demenza senile Lombardia

Assistenza domestica anziani: demenza senile Lombardia

Quando genitori e familiari cominciano ad invecchiare subentrano problematiche che richiedono molta attenzione e cure specialistiche, come ad esempio l’Assistenza domestica anziani per la demenza senile.

Cos’è la demenza senile

La demenza senile è una malattia che colpisce le persone anziane nell’encefalo ed è a carattere neurodegenerativo. Significa che con il passare del tempo le facoltà cognitive della persona sono sempre meno. Si tratta di un processo irreversibile.

Con questa malattia si inizia a dimenticare piccole cose, si perdono i ricordi, non si sa più chi si è e chi sono le persone attorno a noi. Si perde la strada di casa, non ci si ricorda come si è arrivati in un posto o come tornare indietro.

Le più conosciute forme di demenza senile sono il morbo di Alzheimer, la demenza a corpi di Lewy e quella vascolare.
Secondo le ultime ricerche e statistiche è affetto da demenza senile dall’1 al 5% delle persone con età superiore a 65 anni. Questa percentuale sale fino al 30 tra gli ultraottantenni. In Italia si stimano malate di Alzheimer circa cinquecentomila persone.

Cause e stadi della malattia

La demenza ha causa nella degenerazione delle cellule del cervello che vengono irrimediabilmente danneggiate. Le prime a subire gli effetti della malattie sono le cellule dell’ippocampo e gli effetti sono difficoltà nel ricordare le cose e impossibilità di apprendimento.

Secondariamente vengono intaccate le cellule di altre zone del cervello e quindi c’è una generazione dei canali di comunicazione neuronale. Le conseguenze si hanno sul pensiero, sui movimenti e sulle percezioni.

Spesso la demenza senile e associata all’insorgenza di altre malattie o di comportamenti e abitudini sbagliate, come ad esempio l’assunzione di alcolici e l’abuso di farmaci.

I sintomi iniziali si possono riconoscere appunto nella perdita di memoria, nella difficoltà di concentrazione e di calcolo, seguiti dalla difficoltà di compiere azioni quotidiane e da repentini cambi d’umore con un comportamento che tende allo psicotico.

In seguito si iniziano a manifestare difficoltà a parlare e scrivere, problemi visivi e disturbi del sonno.

Il peggioramento delle condizioni fisiche e mentali è inevitabile e porta come conseguenza l’impossibilità di occuparsi di se stessi con deterioramento cellulare che conduce alla morte.
Il declino non è per tutti uguale, ma in media, con l’Alzheimer ci vogliono circa dieci anni prima di un totale degeneramento.

 

Terapia

Dalla demenza senile non si può guarire e per ritardare l’insorgere dei sintomi vengono utilizzati farmaci, ma anche terapia del linguaggio e fisioterapia, ma anche occupazionale.

Purtroppo la demenza non colpisce solo il malato, ma anche i suoi familiari e le persone che vivono attorno a lui. Occuparsi di un malato di demenza senile non è per nulla facile.

Una delle maggiori problematiche è che, nel degenerare della malattia la persona non riconosce più i familiari e se stesso e quindi arriva anche ad avere comportamenti violenti o fonte di stress per gli altri.

Occuparsi del malato con un’assistenza anziani demenza senile casalinga può essere un’ottima soluzione se coadiuvata da un aiuto esterno di personale specializzato.

 

Assistenza domestica anziani demenza senile

Nella maggior parte dei casi, e fin quando è possibile, il modo migliore per prendersi cura di una persona affetta da demenza senile è di lasciarla vivere nel suo spazio abitativo.

Questo però comporta tutta una serie di interventi e un percorso familiare in cui tutti sono coinvolti. Per prima cosa è necessario creare per il malato una routine giornaliera in cui, sia lui che i familiari e gli operatori sanitari possono trovare tranquillità e serenità.
Bisogno poi organizzare per il malato attività fisiche che lo mantengano in contatto con l’ambiente che lo circonda.

Un punto importante è anche l’alimentazione del malato che deve essere tenuta strettamente sotto controllo. Sì a frutta e verdura e piatti semplici e sani. Con il degenerare della malattia è necessario che il cibo sia il più possibile semplice da mangiare. Bisogna fare in modo che il malato possa nutrirsi da solo utilizzando le mani.
Una persona affetta da demenza senile si può rendere conto del peggioramento delle su condizioni, ma deve anche poter mantenere controllo su se stessa ed avere la possibilità di essere autonoma, per quanto possibile.

Il malato deve vivere in uno spazio confortevole e a sua misura, per poter conservare una certa autonomia di movimento.

Non bisogna sottovalutare anche l’aspetto emotivo quindi è importante mantenere con il malato un contatto fisico e un comportamento cordiale ed empatico. Non bisogna arrabbiarsi, al contrario è necessario mantenere la calma e un comportamento sociale.

A chi rivolgersi per avere assistenza anziani demenza senile

Come si diceva, prendersi cura di un malato di Alzheimer è molto impegnativo e snervante e se si decide di optare per un’assistenza domiciliare è bene rivolgersi a strutture e personale qualificato.

Per ottenere assistenza anziani demenza senile ci si può rivolgere a Teleserenità che mette a disposizione personale altamente qualificato, formato ed esperto.

Tanti i servizi che offrono, dalla badante convivente alle ore di assistenza domiciliare, dalla consulenza tecnica all’assistenza ospedaliera, a seconda delle necessità del caso.

I centri Teleserenità sono dislocati in varie zone della penisola ed è sufficiente entrare nel sito per trovare quello più vicino dove personale qualificato e formato, ma anche gentile e disponibile si prodiga per aiutare i malati e le loro famiglie.

Add Your Comment